31 mar 2008

Un uomo dalle mille bugie.....


Petro

In Italia vive uno degli uomini più influenti al mondo per quanto riguarda l'informazione in rete,vi è un uomo in grado di influenzare ogni giorno,senza alcun controllo più di mezzo milione di persone, vi è un uomo che mente,che nasconde e che censura,vi è un bravissimo attore che da quasi dieci anni recita alla perfezione la parte assegnatagli,quest'uomo è Beppe Grillo.

Beppe Grillo sta recitando, e lo sta facendo anche bene,forse anche meglio di prima quando faceva il comico, ha un blog dove centinaia di migliaia di persone, per sua stessa ammissione, vanno non per cercare informazioni, ma piuttosto per conoscere la sua opinione su svariati argomenti... è diventato una guida per le masse ed ha un immenso potere che consiste nella capicità di poterle persuadere, di poterle indirizzare verso il raggiungimento di un obbiettivo....

Se Beppe Grillo fosse libero, e facesse ciò che fa per amor di patria o per qualche ideale tutto questo sarebbe accettabile,ma Beppe Grillo non è libero, agisce nell'interesse della Casaleggio
Associati........Grillo è una pedina, come i politici che critica, semplicimente una pedina di un gioco molto complesso e "globale" e che ha avuto inizio molto tempo fa, nel quale i veri giocatori muovono le pedine senza farsi vedere, giocano nell'ombra,ingannano i popoli facendo credere loro di essere i giocatori,mentre in realtà le loro scelte sono influenti per la vittoria,per il raggiungimento dell'obbiettivo....
(Per maggiori info su Beppe grillo e il suo editore la casaleggio assiociati,leggete il post che ho inserito un mese fa :"Fanculo a Beppe Grillo,libero o controllato?")

Oggi voglio parlavi di Grillo perchè ormai mente senza ritegno e senza vergogna, manipolando documenti ufficiali e pubblicandoli sul suo blog....... Lo scorso 26 marzo 2008 ha pubblicato sul suo blog una lettera,dicendo che gli era stato inviata dal presidente cinese Hu Jintao, per chiarire la questione del Tibet:

Dal Blog di Beppe Grillo

26 Marzo 2008
Lettera di Hu Jintao

Lettera del presidente cinese Hu Jintao a Richard Gere, Beppe Grillo, Nancy Pelosi e altri.

“Ritengo di grande importanza che i leader che influenzano l’opinione pubblica, come voi siete, conoscano la verità sul Tibet.....
.......L’antica città di Lhasa è ricoperta da decorazioni di gala con bandiere rosse al vento nella piazza Potala e il fiume Yarlung Zambo gorgoglia deliziosamente.
Noi membri della delegazione del Governo Centrale, insieme ai quadri e alla gente di tutti i gruppi etnici tibetani, stiamo tenendo questa grande celebrazione per rimarcare il 57 anniversario della pacifica liberazione del Tibet con gioia e esultanza.........ecc...

Su questo link trovate la lettere completa: (http://www.beppegrillo.it/2008/03/lettera_di_hu_j.html#comments)

Questa lettera è clamorasamente un FALSO, non è nient'altro che la traduzione manipolata della lettera che il presidente cinese inviò nel 2001 a diversi capi di stato per il 50° anniversario della liberazione del Tibet!

Su questo link potete trovare la versione originale: http://news.xinhuanet.com/english/20010719/431559.htm

Adessi domandatevi perchè un uomo che è consapevole di condizionare l'opinione di moltissime persone,fa tutto ciò....Non fidatevi di Beppe Grillo, è uno di "loro"....


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

20 commenti:

freenfo ha detto...

Concordo in pieno! Grillo è un burattino in mani dei poteri forti... un uomo che si accorda ai voleri dei padroni banchieri e ne tutela gli interessi...

Ciaoe e complimenti!

PeTrO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
PeTrO ha detto...

Grazie per il commento:))

freenfo ha detto...

Grazie a te!

Ciao

flo ha detto...

A me è sempre stato sulle balls...

dangp ha detto...

Domanda:
Secondo te quante persone hanno creduto che il presidente cinese abbia spedito una lettera a Grillo?
Io direi poche anzi pochissime, è la classica cazzata che grillo scrive ogni tanto per giocare con i suoi lettori.

PeTrO ha detto...

No,non lo credo,ma non è questo l'importante,io ho usato questo pretesto per rammentare ai lettori che Grillo ha assunto il ruolo di leader dell'antipolitica,non per amor di patria,ma per ben altri motivi che ti invito a leggere su questo stesso blog...ciao e buona serata:)

dangp ha detto...

Avevo già letto quegli articoli e sono cosciente del fatto che non esistano portatori di verità assoluta.
Le battaglie di Grillo mi interessano perché le condivido e non perché mi vengono imposte dal suo carisma.
Per valutare la sua buona fede non ci resta che aspettare il corso degli eventi.
Ciao.

PeTrO ha detto...

La penso allo stesso modo,ankio ho condiviso le battaglie a favore della Forleo e di De magistris...Ciao e grazie..

angelotta ha detto...

Mai potuto sopportare!mai ascoltato, nemmeno quando pretendeva di fare il comico.
E' ora di sbugiardare questo burattino al soldo dei poteri forti!personalmente lo vado facendo da tempo con tutti quelli che ingenuamente si sono ritrovati suoi fans e da lui plagiati!
grazie
angela

PeTrO ha detto...

Il tempo ci darà ragione:) grazie a te Angela...

franca di malta ha detto...

mi stai distruggendo un mito di cui non mi ha mai convinto fino in fondo

che cattivo che sei :(

ma ti ringrzio enormente :)

Anonimo ha detto...

Sottoscrivo appieno quanto scritto da dangp.
Ho come l'impressione che abbia più bisogno di un guru chi accusa Grillo di manie di onnipotenza che non i suoi fans...

PeTrO ha detto...

Premetto che io non ho bisogno di nessun guru,io non accuso grillo di manie di onnipotenza,io ho messo in dubbio le motivazioni che lo spingono a fare ciò che fa,io ti invito a leggere Webbe Grillo di Gaetano luca Filice, oppure Beppe grillo libero o controllato? di marcello pamio...Io dico solo che Beppe Grillo è un mezzo di informazione non controllato che agisce per gli interessi del proprio editore la Casaleggio,che è specializzata nel creare strumenti di persuasione on-line ed ha una visione del futuro condivisa da Grillo,che io non tollerò, non voglio che sia un ristretto gruppo di persone a dirmi cosa pensare,io le informazioni me le cerco,ne valuto la credibilità e l'attendibilità e poi le pubblico sul mio blog...BUONA GIORNATA

Anonymous ha detto...

Fermo restando che la questione tibetana è di quella capaci di far recuperare la verginità politica in “offerta speciale”, rimane che la Cina non è più fattore di equilibrio internazionale, ma si avvia a divenire sempre più fattore di *squilibrio*.
Ciò è dovuto alle forti contraddizioni interne che cercano di governare per mezzo del ricorso al vecchio e mai sopito “nazionalismo cinese” (termine non proprio esatto, ma serve a capirsi), “nazionalismo cinese” che non ha di certo inventato Mao Zedong!
Ah, la madre di Mao era seguace del lamaismo. Mao amava la madre ma non il padre, che però ammirava per il suo spregiudicato uso del potere: divenne così lui stesso (mao) in vecchiaia (la nemesi del rivoluzionario colpisce sempre!).
Ah, in nome di questo fatto Mao concesse, *con una comprensività che, posso assicurarlo, non gli era consona!*, sei anni in più al Tibet per uscire dal feudalesimo. Non lo ha fatto per nessuna altra minoranza cosiddetta. Il Dalai Lama (XIV°) si fece usare dagli elementi più chiusi del suo governo, come si è fatto usare da altri. Si tratta di un uomo intelligente, ma la cui assenza di fermezza in occasioni decisive ha portato a gravi errori. Ora è per il dialogo, sembra Pechino a non volerlo se non a parole.
Ah, la Cina volge verso il “nazionalismo” per mantenere il consenso, ma ciò inevitabilmente provoca guai con le altre “nazionalità”. E non si sono ancora davvero mosse quelle islamiche!
Quelle del Xinjiang, “Nuovi Territori”, turche di lingua.
Si parla di legami con gruppi terroristici per mezzo del piccolo, esiguo ma importantissimo confine Cina-Afghanistàn.
La questione cinese non è finita affatto.

Anonimo ha detto...

finalmente qualcuno che la pensa come me!!non ce la faccio più a sentire gente che osanna quel sicofante affamato di pecunia!grillo, vaffanculo tu e il v day!!!

Anonimo ha detto...

Ma non sarebbe più onesto commentare le sue idee e non chi può avergliele messe in bocca? Il punto, secondo me, non è cosa sta dietro a Beppe Grillo ma cosa propone lui o chi, eventualmente, sta dietro lui. Ciò non vuol dire accettare e condividere ogni idea ed iniziativa che partorisce Grillo o chi per lui ma, semplicemnte avere sempre uno spirito critico personale attivo e valutare di volta in volta.
Affermare che Grillo è un semplice burattino nelle mani di qualcuno mi sembra molto esagerato, forse varrebbe la pena ricordarsi quante battaglie dal '93 in poi ha portato avanti ma, si sa, l' italiano media è di memoria corta.

PeTrO ha detto...

Per mia fortuna non ho la memoria corta e mi ricordo post di grillo del 2006 dove criticava aspramente Tremonti e Padoa schioppa per aver partcipato alla riunione del gruppo Bilderberg ad Istanbul,e molti altri post che trattavano argomenti simili,ma con l'aumento della popolarità è dimuito il "valore" dei post pubblicati sul suo blog,sono spariti molti degli argomenti che inizialmente aveva trattato e di certo non perhcè questi fenomeni siano scomparsi; ha semplicemente smesso di parlanrne e quindi c'è il dubbio che inizialmente abbia usato il suo blog solo per attirare su quest ultimo tutti quelli dell'antipolitica,dell'antisistema ecc.. per poi smettere di parlarne e deviare l'attenzione dei suoi lettori verso altri argomenti screditando quelli precedentemente trattati semplicemente non parlandone...Se non fosse così ciò che fa oggi Grillo è privo di senso; ossia se tu hai approfondito e discusso per lungo tempo argomenti come il signoraggio,gli Illuminati e il Nwo,non puoi parlare di politica ed economia senza trattare gli argomenti sopra citati,perchè SAI che dipendono uno dall'altro e spesso sono la stessa cosa e come se devi abbattare un albero e ti ostini a tagliare i rami più sporgenti; cioè non a senso...quindi è per questi motivi che io continuo a chiedermi: dove vuole arrivare? Che ruolo ha e che ruolo avrà all'interno della nostra società? qual è la sua parte??...Poi tutte le cose sulla Casaleggio ecc..non sono nient'altro che la conferma del fatto che Grillo non è quello che dice di essere....

Il Blog di Enrico Torielli ;-) ha detto...

Beppe Grillo (detto anche bePPE GRill0) è solo un demagogo populista cazzeggiatore e servo dei poteri forti. L'ho abbandonato qualche tempo fa quando capii che lui racconta solo grandissime cazzate e si muove a favore dei grandi gruppi finanziari.
SOCIETA' COLLEGATE INDIRETTAMENTE A BEPPE GRILLO TRAMITE LA CASALEGGIO (tratto da Disinformazione.it):
-Pepsico
-JP Morgan (Rockefeller)
-Northrop Grumman
-US Department of Tresury (Dipartimento del Tesoro USA)
-BNP Paribas
-American Financial Group
-Coca Cola
-Barclaycard
-Addax Petroleum
-KPMG LLP
-Carbon Trust
-UNIDO (United Nations Industrial Development Organisation)
-London Pension Fund Authority (LFPA)
-...
E il peggio è che un mucchio di 'ggente crede (assai ingenuamente) ancora in uno come lui, che si è trovato un buon modo per far cassa e guadagnare soldi!! E Travaglio/Ricca (altri servi del potere) aiutano..
Bel post.

INFORMARMY.com ha detto...

Potrebbe essere... non do mai nulla per scontato.... bisogna anche dire che imput come quelli presenti nel suo spettacolo Apocalisse Morbida del 1988 non li ha mai dati nessuno.
Poi che non parli piu' di signoraggio, case farmaceutiche ed altre problematiche ritengo non sia un caso... piu' che altro penso abbia subito forti minacce.... a toccare certi tasti se sei un personaggio pubblico ti fanno fuori alla svelta.
La scelta di occuparsi di problematiche nazionali e di carattere sociale e politico la si puo' condividere o no.

Sicuramente un movimento di persone che si informano in rete come e' riuscito a "smuovere" lui in Italia, non lo ha generato nessun'altro.

Che dietro di lui vi sia la Casaleggio... piuttosto che Morgan Stanley o JP Morgan o altri... potrebbe essere.

Se non avessi assistito a spettacoli come Apocalisse Morbita e Reset pero' non avrei ricevuto la scossa per guardarmi attorno in rete su complotti, signoraggio, lobby economico finanzierie o altro.

Per questo devo sicuramente dirgli grazie.... per il resto lo guardo, come tutte le cose, dall'alto con aria attenta ed a volte critica.