15 apr 2008

L'inizio della fine




Petro

Oggi è morta la democrazia o semplicemente ciò che ne restava, ha darne il triste annuncio sono state le elezioni. E' stato proprio il popolo inconsapevolmente mediante il diritto al voto a dargli il colpo di grazia, a rinunciare ai propri diritti e se un giorno qualcuno si lamenterà la colpa ovviamente sarà del popolo,i veri colpevoli non non potranno mai essere perseguiti,perchè la situazione attuale si è creata con il consenso della nazione.

Ciò che penso sull'initulità del diritto al voto in questo paese,l'ho già detto in post precedenti,ora voglio solo analizzare ciò che è scaturito da questo Golpe mascherato da elezioni politiche:

Si è andato a formare un parlamento "unito",dove la maggioranza non ha un opposizione, non ci sono rappresentati della popolazione,ci sono parlamentari scelti dai partiti che curano gli interessi di chi li ha dato il seggio e che di certo se ne fottono di quelli degli elettori. Sembrerebbe che ciò che avevano cercato di fare alcuni poteri forti negli anni 70'-80 si sia realizzato e con la legittimazione popolare.

A livello locale invece è emerso il separatismo,ossia ognuno pensa ai cazzi suoi, al nord ha stravinto la Lega, che è un specchio per le allodole per "quelli stufi della solita politica" e per gli operai schifati dai vari traditori rossi come Bertinotti e Diliberto ecc..
In Sicilia invece ha vinto Lombardo leader dell'mpa e considerando che sono circa 15 anni che la mafia cerca di far vincere al sud partiti separatisti come Sicilia Libera ecc. il dato deve far riflettere ed è necessario porsi alcune domande: Che cosa ci si riserba il futuro? Che italia ci sarà tra dieci anni? Sta di fatto che la costituzione di un Nuovo ordine mondiale basato su un governo sovranazionale di banchieri, sembra realmente vicino, spero solo che la gente inizi a vedere le cose in modo diverso...

Potete ingannare qualcuno per sempre,potete ingannare tutti per un pò, ma non potrete mai ingannare tutti per sempre.....


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

speriamo ti sbagi petro xkè se no sn veramente c***i amari....
By Mogas

Anonymus ha detto...

Si tratta della realizzazione del programma della P2, che continuerà con il passaggio del presidente del consiglio “in pectore” alla carica di preidente della repubblica. Fatevi quattro calcoli: nel 2013 finisce il governo attuale, se le cose gli vanno regolarmente, ma finisce pure il mandato del presidente della repubblica attuale.
Il presidente del consiglio “inpectore” vuol diventare presidente della repubblica “in pectore”, ma di certo non come oggi, carica solo di garanzia e controllo, ma vorrà avere un potere reale. “Ergo” questo “paese” vanesio ed inconsistente deve diventare una repubblica presidenziale. Ma di chi era tale progetto? Della P2. E di cosa faceva parte il presidente del consiglio “in pectore”? Della P2. Mere coincidenze, ovviamente.
Questo in un quadro mondiale che va in una “certa” direzione...